Chi siamo

  Attività
   Missione
   Tesi

  Personale

  Contatto

  Link

  Intern

Insegnamento

Il Consiglio dell’architettura riconosce il sistema duale con due diversi e già consolidati percorsi formativi per accedere alla professione di architetto: uno attraverso il liceo e l’università e l’altro attraverso l’apprendistato di disegnatore edile, la maturità professionale e la scuola universitaria professionale.

Il Consiglio dell'architettura sottolinea la grande autonomia dell’insegnamento e della ricerca presso le università. Nel contempo, in sinergia con le associazioni professionali, si pone la sfida di dare visibilità ai profili complementari dei due tipi di scuola universitaria. Il Consiglio dell’architettura si pone delle direttive per garantire la qualità disciplinare attraverso i peer e i peer review.

Ricerca

La ricerca nel campo dell'architettura si avvale in larga misura dei metodi di altre discipline, ad esempio della ricerca nell‘ambito delle scienze naturali o in quello delle scienze umane, ciò che complica il riconoscimento dell’architettura in quanto disciplina autonoma, fondata su principi riconosciuti e caratterizzata dal progredire della conoscenza e della pratica.

Il Consiglio dell’architettura constata che differenziare tra ricerca di base e ricerca applicata, così come assegnare la ricerca alle università o alle scuole universitarie professionali non ha molto senso. Il Consiglio sostiene l'ampliamento delle attività di ricerca e la collaborazione tra gli istituti.

Il Consiglio dell‘architettura riconosce l’atto costitutivo «EAAE Charter on Architectural Research» in quanto documento di base di ampia concezione per la ricerca in architettura.

Il Consiglio dell’architettura cerca di rispondere all’esigenza di una ricerca specifica condotta nell’essenza stessa della disciplina, e questo con metodi che si avvalgono della «progettazione e costruzione architettonica» in quanto fonte di nuove cognizioni del sapere («Ricerca attraverso l’architettura» o «Ricerca attraverso il design»).

Il Consiglio dell’architettura, attraverso i suoi membri, s’impegna a definire gli strumenti per la convalida dei risultati di ricerca in collaborazione con altri istituti superiori, con organismi nazionali (Commissione per la tecnologia e l’innovazione CTI, Fondo Nazionale Svizzero FNS) e internazionali.

Pratica / perfezionamento

Accanto all’insegnamento e alla ricerca, il Consiglio dell'architettura monitora le interfacce per la pratica professionale nell’ambito dell’architettura e dell’edilizia. Il Consiglio è consapevole della differenza esistente tra formazione e pratica professionale.

Molti docenti e collaboratori delle università sono attivi nei settori chiave delle costruzioni e delle infrastrutture e sono presenti nelle commissioni associative e in politica. Attivi nelle costruzioni, in progetti, concorsi e studi, essi forniscono un contributo sostanziale alla cultura architettonica in Svizzera e a livello internazionale, garantendo il legame tra teoria e pratica come tradizione vitale del “lifelong learning”, l’apprendimento permanente.

Il Consiglio dell’architettura sostiene gli sforzi volti a introdurre nel messaggio sulla cultura 2016-2019 della Confederazione, la tematica della cultura edilizia e territoriale come disciplina a sé stante.

Una cultura edilizia che occorre continuare a sviluppare in futuro, tenendo in debita considerazione fattori decisivi, quali lo spazio vitale, l’energia e la mobilità.

Processi di pianificazione e di costruzione nazionali e internazionali

Le scuole di architettura riunite nel Consiglio seguono le tendenze dei processi di pianificazione e di costruzione nazionali e internazionali, dello sviluppo urbanistico e territoriale, da cui traggono temi e presupposti per la formazione e il perfezionamento professionale, oltre che per la ricerca nelle loro università. Gli sviluppi devono essere commisurati all’elevato livello di formazione odierno in Svizzera, la cui qualità dev’essere mantenuta e deve continuare a svilupparsi in previsione della futura produzione edilizia.

Networking / pubbliche relazioni / contatti

Il Consiglio dell’architettura garantisce una stretta connessione tra insegnamento, pratica e ricerca. Il Consiglio dell'architettura coltiva stretti contatti con le associazioni e con la politica in un ambiente professionale in costante evoluzione. Occorre definire i partner più importanti nel campo dell’edilizia al fine di assicurare dei contatti proficui. Il Consiglio dell'architettura visiterà organizzazioni politiche nazionali, istituzioni pubbliche e private, associazioni e mass media, comunicando attivamente gli obiettivi e i compiti del Consiglio dell'architettura (Dipartimento federale per l’economia, la formazione e la ricerca, Commissione della cultura del Consiglio nazionale, Accademia svizzera delle scienze tecniche, Società svizzera degli impresari-costruttori SSIC, Associazione svizzera degli imprenditori generali VSGU, Costruzione svizzera, Centro svizzero di studio per la razionalizzazione della costruzione CRB, organi di stampa, ecc).

I contatti internazionali completano la rete nazionale.